giovedì 31 luglio 2014

Momo - Rispetto Operaio


Non voglio il potere 
Voglio il rispetto
Per il mio lavoro
Perchè sudo
Produco
Creo cibo per la vita



Nei campi
Nelle fabbriche
Nella distribuzione



Non sono un ramo secco
Che produce carta scritta 
Dentro un ufficio climatizzato



Per ogni operaio che schiatta
Dieci impiegati scrivono il nulla
(col triplo della mia paga)



Photo dal web

Cante Skuye - Obiettori di Parole



O gni dove per noi esiste
B asta che la parola ci
I  ndichi la strada che
E sce dalla storia per
T erminare nella gloria del nostro
T imido cuore ove riappare il segno
O rgoglio di noi poeti
R igoglioso di ghirigori
I  ndomiti e precisi

D attiloscritto o manoscritto
I  nduce a pensare

P rima che sia sera con noi vieni
A ncora leggi in noi l’aurora
R ide la penna a sfera nera
O di di mille canti vivi e ardenti
L egano in noi i lamenti
E siamo ancora insieme alieni.




Cante Skuye - Striscia di Gaza




S trade bombardate odore di
T ritolo e terra si sente d'attorno
R ischia il popolo tutto in questo
I  sterico voler dire "sono il più forte, tu
S ei niente!!!
C adono dal cielo scie bianche
I  llogico lancio di morte annunciata
A bbiamo in noi la misura?

D ecidiamo anche per i bambini
I  ntorno a noi, intorno a loro in

G inocchio giacciono inermi, spaventati
A rmati fino ai denti, piccoli soldati a
Z onzo tra la morte, cosa insegneranno
A i loro figli, ai nipoti e ai pronipoti?




mercoledì 30 luglio 2014

Dinka - Un sogno e mezzo


In quel luogo della notte
Dove anche le stelle dormono
Io mi cerco dentro

Scavo per stanare le parole
Frugo negli angoli tondi e bui
Per trovare le frasi non dette
Quelle rimaste mute
Come un singhiozzo trattenuto
dal pudore
Di fare un brutto rumore

Scavo e tiro fuori
E quando la ricerca è finita
Ascolto tutte le frasi
Tutte le parole 
Le ascolto bene e mi ripeto:
Ora mai piu potrò tacere

Infine arriva l'alba
L'indissolubile 
L'irrefrenabile
La guardo negli occhi 
Per capire
Se ho ancora cose da ascoltare
Mezzi sogni da sognare
Ma quasi sempre si è fatta l'ora
Di chiudere gli occhi e seppellire
Ancora 
Quelle parole
Che non vale la pena 
Tirare fuori


ph dal web


Dinka - Battiti


E mi stai sulla schiena
Invece che sul davanti
Cuore veloce

Raschi dal fondo
E continui a vivere
Battendo le tue malconce ali
Non ti arrendi
Non ti fermi
Ma batti e sbatti

 Ali e cuore ........
........ Ali e cuore 



  ph dal web)

Dinka - Venti che svaniscono



Mi spiace 
Di non essere riuscita 
A gonfiare le tue piume
Ho saputo solo arruffarle 
Qua e la
Dove il vento 
Nei suoi soffi empatici
Riusciva ad entrare

Io no, io son rimasta sempre qui
A guardare i tuoi sogni
Che svanivano
Con gli ultimi effluvi 
Dell'alba del giorno dopo



ph dal web

martedì 29 luglio 2014

Dinka - Sono la mia contraddizione morente. Devi essere una cattiva ragazza se vuoi averli dalla tua parte


La chiarezza 
nemmeno con la carta di credito

Lealtà .....
Meglio mistificazione
È piu quotata

Rispetto
Ne trovi in abbondanza 
nelle paludi tra i coccodrilli 

Amicizia
Non esageriamo
Non puoi pretendere tanto

Restano misere spoglie
Lembi sgualciti
Di finzioni a cui credevi
Rimembranze gaie 
di false azioni future
Unioni nel nome
Di qualcosa che non c'è

Polvere sulla polvere

Illusioni psichedeliche
Come funghi allucinogeni

Vai e non voltarti indietro
Non c'è nessuno per cui piangere
Quello che avevo
È sempre stato con me

Io e le mie pezze
Ancora e per sempre



ph dal web

Cante Skuye - Colore

dipinto di Giuseppe Boaretto



Facile per me
dare voce a un quadro
specie se i colori mi chiamano
dal basso vedo il loro passo
il loro incedere nel fosso
tenebroso, quasi rosso

Oppure quando di vita gioia
sprigionano i complementari
specie se arancio e blu
colori di passione e vita
che mi danno il senso
da dove mi chiami ora, tu

Ma riuscissi un giorno a colorare
quelle mie parole amare
che volano dal cuore
e restano sospese
come in balia di un mese
del nero sulle bianche attese

Esse a volte mi chiamano
spesso restano mute
come di dolore attesa
come di bandiera lucida
pioggia di bianca umida
timida e vana resa.








Dinka - Di che morte morire


Ma ci credi veramente
Di avermi incatenata
Le mani, le braccia

La mia mente

Piuttosto mi strappo a morsi la carne
Spezzo le ossa e i denti
Sanguino fino allo sfinimento
Pur di sfilarmi i tuoi bracciali
Di indulgente ambiguità 

Certamente  morirò
Ma di un'altra morte
Non della tua 



ph dal web


lunedì 28 luglio 2014

Dinka - Ricordi & Riflessioni (da Stralci di Dinka)

Tanti ricordi scappano fuori dalle mie riflessioni .....! Stavo pensando alle nazionali con filtro che fumava mio padre, e a quei piccoli cerini, proprio di cera, che sfregati e accesi emanavano quell'odore inconfondibile, più forte del fumo della sigaretta, dentro la Autobianchi con i finestrini chiusi (Non esistevano ancora informazioni sul fumo passivo). Io inalavo il tutto tra le curve della statale mentre scendevamo in città, lui per il lavoro, io e mio fratello per la scuola. Erano silenziosi questi viaggi, tutti un po addormentati e incazzati. Io guardavo fuori dal finestrino, paesaggi bucolici, anche quello con le pecore al pascolo, simile a quello di fronte a cui da piccola avevo esclamato piena di entusiasmo: papà guarda c'è l'intervallo! Non potevamo saperlo ma la tv già ci lavorava il cervello, anche se erano i primi anni sessanta e di canale ce n'era solo uno che trasmetteva poche ore al giorno e alla mezzanotte, rigorosamente, c'era la fine delle trasmissioni. Guardavo fuori dal finestrino e insieme alle pecore pensavo come scappare, come farla in barba a tutti! Avevo quattordici anni e dovevo aspettarne ancora quattro per poter cominciare la mia vita. Fuori dalla famiglia, fuori dal giogo!





Dinka - Illusioni temporali




Ho bisogno di un tempo
Che lasci indietro il tempo

Una sospensione senza ansia
Una pausa di libero arbitrio
Una ribellione 
La mia piccola rivoluzione
Illusione di parole
Contro due lancette 
Che girano
Senza il mio consenso

Lasciatemi col mio tempo
Le mie fermate obbligatorie
Le mie corse a perdifiato




ph dal web


domenica 27 luglio 2014

Cante Skuye - Dedicato ai familiari delle vittime..


27 lug 2014 - Un elicottero del servizio antincendio regionale del Lazio è caduto nei pressi del Lago del Salto, nel Reatino: morti il pilota e uno dei due tecnici a bordo, l'altro trasportato in gravi condizioni al Gemelli a Roma.


Sei li
ti vedo
inerme
stanco
quasi sospeso
ormai arreso

Ultimo volo 
non eri solo
altre due persone
con te 
chiamate nel nome
di Dio e della sorte
ebbene sì
son morte

Nel momento più acuto
di libera discesa
sbaragliando terra
fango 
e strida di lamiere
in una sola chiusa

Ora sei li
inerme
quasi come verme
giallo e mai riconosciuto
ora non voli più
mai più ti levi in cieli blu
del nostro bel paese

Ora giaci in terra
e riposi
il sonno delle fiamme
e del color turchese.






Cante Skuye - Poesia





Poesia, mi rincorri in ogni dove
vertigine di te nel cuore piove
e se mi giro e guardo un fiore
rivedo il tuo disegno d’amore.


Dei versi tristi s’ode il lamento
in quelli gai c’è il divertimento
e se qui mi fermo e guardo dentro
scorgo il suo lato: faro nell’antro.


Sarà che ormai son contagiato
sono qui del verso tutto tagliato
miei tristi dolor più non faran male
se tu qui or sarai, mia madrigale.


Agogno esser alla tua altezza
per esprimer così, grande bellezza
e mi farai così felice ora
se non sarà, per me, solo chimera.






Ti voglio tutto ...

Il sax suona le sue note languide e svogliate
Mentre sorseggiamo il nostro drink 
Rum e succo d'ananas
Quel che ho trovato in frigo
È bello carico, ti voglio tutto
Sono nuda sotto il vestito
So come mi vuoi
Accendo tutte le tue voglie
Il mio seno ti cerca e ti tocca
Le tue mani sulla mia voglia
Le mie sul tuo desiderio
Ci frughiamo in cerca di noi
E mentre le bocche divorano
E i corpi sussultano 
Trovi la voce per sussurrarmi:

 - Tu mi rubi l'anima -

Dinka 

picweb - 25.05.14

sabato 26 luglio 2014

Dinka - Tutto il resto ...



Non è la pioggia 
che lava i dolori


Non è un sorriso
a far bella la vita

Non è un sospiro
che gode un desiderio

Sei tu .... solo tu

Tutto il resto
è inutile vita


ph dal web 


Dinka - Qual è il gusto

Di sguazzare in un inverno senza fine
Pensieri coperti da sudari immaginari

Giri in tondo
Come un avvoltoio
Sopra un ego triste e auto castigato

La malinconia è endogena
Destinata a essere l'unico mondo
Su cui si affacciano le tue finestre
Coperte da altri sudari

Non fai entrare nulla da quella porta 
Fai solo finta di accogliere con cortesia
Per intrappolare e cominciare a tessere 
Il filo con cui sarà viscosamente imbozzolato

Il malcapitato


picweb


Dinka - Gelato


Per tutti i vecchi (ma anche no)
Che passano il giorno
Seduti al bar a guardare
Come le signore prendono il gelato

Desideri affidati 
a una lingua

Osservata al rallentatore

Quanti universi 
in quella leccata


picweb 

Momo - L'onore del guerriero


La spianata delle moschee brucia
Mentre lo guardo negli occhi

È un avversario temibile
Non posso batterlo

Chiamo l'aviazione
Ci vogliono più passaggi
Ma alla fine l'arabo è sconfitto

Aveva già dodici anni

ph dal web

Cante Skuye - Profondo mare





Non è finito il mare
con le sue paure

mai si son fermate 
le sue bianche onde 

mai si è stancato 
il suo blu motore 

e non finisce 
questo mio nuotare 

qui in mezzo al blu 
nel mio bianco sole 


Non è finito il mare 
con le sue paure 

nel fondo immenso 
delle sue parole 

giace timido e solo 
il mio rosso cuore. 








venerdì 25 luglio 2014

Cante Skuye - Limbo acuto




E'
 TUTTO PERSO
TUTTO ROVESCIATO
TUTTO IN BALIA DEL NULLA

NELL'OBLIO COSMICO

...

UN NULLA GALATTICO

...

in preda al panico 
mi alzo e compio le mie cose
tutte le mattine
come sempre


sapendo che il vuoto mi crea vertigine
il dolore giace immobile al mio fianco
fissandomi a lungo


vago
in un limbo acuto.







Momo & Dinka - Certe parole dovrebbero spaccare la bocca


Amore (penserai)
O forse guerra ...

Certe parole sono bisturi
Resezioni senza etere nel cuneo della tua vita

Obbedisco (vivi senza ragione)
A cosa? A Chi?
Nessuno dovrebbe obbedire senza saperlo

Ti amo (ma siamo sicuri che sia amore?)
Lo faccio per te, per il tuo bene

Fede (io credo!)
Crociate in nome di Dio
Non si chiamano piu Templari
Hanno altri nomi, altre coperture
Altre sanguinose illusioni da portare avanti
Ma il Dio da servire non ha mai cambiato 
Il suo nome

Potere (non ho mai compreso il suo piacere)



pic web 


Cante Skuye - Esseri Umani





Siamo così fragili di fronte all'indifferenza umana,
che potremmo anche gettarci in un pozzo senza luce.

Così come davanti al sorriso di un bambino
siamo tanto forti,
da poter spiccare il volo verso il Sole!!!!



∆∞∆∞∆∞∆∞∆∞∆∞∆∞∆



We are so fragile human face of indifference,
we might even throw in a pit with no light.

Just as before the smile of a child
we are so strong,
to be able to fly toward the sun!!






Dinka - Angoli


Ci spiamo

Per cogliere scorci di noi

Ancora inviolati

Dal nostro immaginario





ph dal web

giovedì 24 luglio 2014

Dinka - Mai più Rosso



Uso il rossetto
Per nascondere un sorriso che non c'è

Per illuminare un viso
Dagli occhi vivi ma il cuore spento

Non oso piu parlare di amore
Di battito di cuori
Quando altrove i cuori muoiono
Per odio e per violenza

Così metto il rossetto
Di un colore spento

Che non ricordi quel sangue
Sulla pelle dei bambini

Negli occhi delle madri



photo Sameer Al Doumy


Cante Skuye - Pensieri erranti



La solitudine ha pareti trasparenti.
Gli altri non la vedono mentre cammini
mentre corri
mentre sorridi
mentre parli ad un bambino mai nato.

La solitudine ha pareti trasparenti.
Le si passa attraverso
impregnandosi di essa
fino alle ossa
mentre si parla ad un bambino mai nato.

La solitudine ha pareti trasparenti.
E vive del mio essere
mi consuma a poco a poco
e sarò per sempre suo
mentre parlo ad un bambino mai nato.







Dinka - Babel for ever .....

Punge la spina
Che brucia in bocca

La parola non riesce a uscire
(Non per quella spina)

Potevo dire tante cose
Vere solo per me

Inutile disturbare la lingua
Non mi avresti capito
Non avrei capito

Il mio silenzio mi spaventa 

Infine
Non trovo più niente da dire



pic web




Cante Skuye - Verdi gemme



Senza ferire il vento
porterò quiete all'albero
per la gioia delle gemme
nella primavera della Terra

Sconfinerò nell'impossibile
donando me stesso
all'altare della Madre
seminando Amore

E chiodi di garofano
pianterò per i frutti
dell'odore
sementi riporrò per gli anni
che verranno

Libero di volare
regalerò disegni
al cielo blu
strisce danzanti

Nell'arcobaleno il ponte
tra felicità e colore
comanderò alle nuvole
capriole contro l'odio

Chi sei tu che predichi l'amore?
chi ti conosce si bene
da mostrare il cuore?
anima ribelle fatti guardare!

Sono la forza delle verdi gemme
il frutto ambito dalle labbra
l'incudine su cui l'odio
s'arrende e l'abbandono
al volo d'ogni uccello

Ora ricordo..
ho visto il sole piegarsi al tuo dolore
ho visto nascere l'erba sopra i sassi
ti ho visto come arcobaleno
tracciare l'ombra dei miei passi

Se chiudi gli occhi, animo di zolla
vedrai quell'ombra farsi luce
e di quell'erba il flusso sentirai
marea di praterie libere d'amare

Dei tuoi confini perdo l'orizzonte
nel tuo immenso mare sprofondo
dolce l'abbraccio del Poeta
simile al soffio dell'Alba Nuova.




Dinka - Nebbie chiare


Vivo su un confine
Dove la nebbia non confonde
Mentre ti aspetto
Dall'altra parte dell'anima

Guardo verso gli orizzonti
Inventando nuove visioni
Dimmi che non sono sogni
Toccali anche tu
Sembrano veri

Mi hanno detto che i poeti
Sono solo dei visionari
Degli attori imbroglioni
Ci rifletto mentre ti aspetto 
Dall'altra parte dell'anima

Manca un po di calore
Su questo lembo stretto
In questo incrocio di dimensioni
Disallineato e intersecato
Dove mi piace stare
Per incontrare ciò che non fu mai
O forse è dappertutto

Ma tu
Fatti trovare 
Dall'altra parte dell'anima



ph dal web 

mercoledì 23 luglio 2014

Momo - Seta



La forma del suo corpo risaltava
Sotto la seta nera
Mentre la sua mano tracciava
Il segno dell'infinito
Sulla sua ferita più profonda

Lui guardava
Un profumo di salsedine lo travolse




foto dal web


Dinka - La Fine Annunciata


I miei filtri sono sottili come ragnatele
Il mondo mi arriva addosso con veemenza
Li dove per voi è tutto normale
Io vedo le infezioni dilagare
Pandemie cerebrali di insolvenza intellettuale
Genocidi di buoni sentimenti
Estinzione di massa di proponimenti decenti

Vedo correre sotto le auto 
lungo i marciapiedi
Questi esseri malevoli e distruttivi 

Li vedo crescere e aumentare
Saltare sui tetti delle case
Tenere strane cose in mano

Sembrano intestini
.............NO............
Sono cervelli srotolati

Ecco ora la fine annunciata
Non gli alieni
Non gli extraterrestri

Il consumismo ha estinto l'uomo
Gli ha preso tutto
A partire dall'anima



Dinka - Con le ossa sudate dal tanto vivere



Ho sempre risposto 
quando la vita mi ha urlato contro
Il mio torace contiene tutta l'acrimonia
ricevuta e rimbalzata come dentro a un flipper

Adesso voglio solo conoscere
tutte le cose che ho dentro
Ho bisogno di un facchino per liberare
le stanze piene di ciarpame 
Convenzioni moribonde
Credo traditi 
Memorie bistrattate

Voglio innalzare un altro piano
Un attico dove batte sempre il sole
Il vento che ci gioca addosso
Il cielo sempre in vista
E il mare libero in tempesta
Voglio guardare fuori
E vedere tutto questo



pic web

martedì 22 luglio 2014

Dinka - Perdutamente Disumani

Accende la sete il dolore
E la fame nel cuore
Sugli occhi macchiati di orrore
In questi giorni disumani
Abbandonati alle sporche mani
Di chi fa dell'odio obbedienza

Dileguata la tolleranza

Dal sentimento 

Sfilano in silenzio
Le urla dell'anima

pic web

Cante Skuye - Lunghe file





Le lunghe file di uomini e bambini
lunghe file di donne e di vecchi
le lunghe file ricordo
nella mente dei soldati
negli occhi dei disperati

Dove la speranza è un capello 
e la pazienza un fardello

Lunghe file di uomini Signore

E quando il salice morirà ai nostri occhi
cosa rimarrà dei loro balocchi

Lunghe file Signore
lunghe file 
io vedo.



Dinka - Rispetto


Sono un fiore rosso carminio
Gocce di rugiada marina 
mi bagnano
Sono un segreto
Dolce da scoprire

Poche sono le chiavi
che aprono il mistero
del mio profumo di mare
Solo alcuni
possono raccogliere 
la mia essenza
Godere del mio calore

Sono un fiore rosso corallo 
Delicato e forte
Non spezzare il mio gambo
Non violare la volontà

Lasciami la libertà di scegliere
La chiave 
per i miei desideri



pic web

Cante Skuye - Parlarsi addosso...



Parole su parole
srotolate all’infinito
fanno venir prurito
lasciando annichilito

parole su parole
da bocche incontinenti
imbiancando sentimenti 
logorano menti

parole su parole
vomitano leggi 
in cerca di miraggi
nei poveri meriggi

parole su parole
giustificano presto
sempre il disonesto
(Ernesto sparalesto!)

parole su parole
per ridere di tutti
come farabutti
attraverso lutti

parole su parole
italiano zoppicante
lì come diamante
cifra esorbitante

parole su parole
giustificano assenze
salvando apparenze
libere indecenze.