lunedì 1 luglio 2019

Poesia notturna - Uri_Dinka

Scivolare su un fiore è una cosa seria
Eppure delicata
C’è da chiedersi 
Perché proprio su un fiore
o
Perché scivolare....
Scivolare su un fiore è un sogno
Una reminiscenza
Un dono dell’anima
Il ricordo della tua nascita
Il tuo perché su questa terra
Scivolare su un fiore è sublime
Come l’onda del mare
Come il seme nell’utero
I gesti di una donna innamorata 
I piedi di una signora 
Che sotto il tavolo escono dalle scarpe 
Si riposano, prendono aria
Una coppia di donne che si amano
Al tavolo accanto al tuo
Mentre bevi le tue birre solitarie
E scrivi di un fiore su cui è possibile scivolare

Di cosa ti parla la vita
Se non di quello che vivi e respiri?
Ama l’alito che ti sostiene
Sempre grata di stupirti
Tutto è vita
Anche la morte
Mentre il mondo scorre sotto ai tuoi occhi
Occhi che sei costretta ad accecare
Preda di altrui vissuto
Che ti contamina 

Il giubileo è vicino
Mentre i Clash urlano dalle case della loggia
Mentre gente sempre più nuda
Ti sfila davanti 
Forse pensa di comprare qualcuno 
Con pezzi della sua carne
In esposizione 
Ci vuole arte nell’assaporare il cibo
Me lo insegnano altri vicini di tavolo
Vita
Vita
A ognuno la sua vita 

Uri__28_06_19

sabato 25 maggio 2019

È solo la primavera che tarda ad arrivare Uri_dinka

La luce stenta a entrare
E presto svanisce
In quella cella priva di sbarre
Colma di muri

Suoni troppo densi 
Annebbiano il presente
Di ore lunghe
Nutrite di incertezza

Riunisci le emozioni
In un pugno stretto
Per quando in silenzio
Urli il tuo BASTA

In quel buio personale
Su un altalena danzano
Desideri e rimpianti
Flash di sorrisi e istanti

Come un fermo immagine guardi
Quel pacchetto di ideali, li accarezzi
Hai liberato gli altri
Chi libererà te?
Dov'è il tuo raccolto
Dopo la semina?

È solo la primavera 
che tarda ad arrivare
Amore mio

Finito il libeccio
I frutti 
Dolci e profumati
Cresceranno sui tuoi palmi

Gli stessi che hanno donato
Protezione agli indifesi
Dignità a chi era in fuga
Amore per la vita
A chi ne aveva perso il senso

Uri_Dinka__16.04.2019

venerdì 24 maggio 2019

Sogno di fuga__Uri Dinka


Le dita non luccicano
Mentre danzano
Con il ritmo della guerra

Lame che non tagliano la carne
Ma spezzano le ossa
Seguendo il battito della fuga

Col respiro in un blues sincopato
Usi tutto il corpo
La sola arma che possiedi

Sai che le pallottole 
Brucerebbero dentro
Troppo in fretta
Non le potresti fermare

Giochi tutto in quei secondi
Sogni, attese, morte o vita
Perché il sangue lo reclama

Adesso Corri
Corri fino ad annullarti
Lascia indietro umiliazioni
Torture e pensieri pesanti

Unico scudo i passi avanti

_Uri__22_04_19

Instatodiebrezza - Uri_Dinka



La quiete 
Prima della tempesta
È un desiderio covato dentro
Quel fuoco che ti consuma
Ma non ti esaurisce 
Viscere al vento del deserto
Come dopo un salto 
Che credevi l’ultimo

La tempesta è un’allegoria 
Di elettricità nelle vene
Uno scuotersi in ogni fibra
Sete di vita 
In un cimitero morto
Di morte finta che credevi vera

La morte
La invochi e non risponde
La temi e ti seppellisce
Gioco astruso e disonesto 
A pensarci bene
Una scommessa

Perché è tutto un gioco
Di luci ed ombre
Sorrisi e gioia
Vero e falso
Un gioco cosmico
Di lascia e prendi
Che ti resta in gola 
Come il gusto acre
Del piscio 
Di un gatto dispettoso

Ma sornione

_Uri__instatodiebrezza__ 22_05_2019

Ilritmosullapelle - Uri_Dinka


Il ritmo tribale
Ti sale nella mente
Libera il volo primordiale
Spicca salti temporali
Psichedeliche visioni
Verità ancestrali

Simboli, numeri
Linee tracciate 
Sulla pelle un po scura
Ricoperta di trecce, nastri e piume

Il mio tempio si muove 
Insieme a questi passi danzanti
Sono io che la porto
Questa croce interiore
Che non conosce calvario
Ma si nutre di gioia e calore

Sole e luna
Non sono antagonisti
Ma due specchi tra il cui spazio
Si manifesta l’essere divino
Di ogni cosa che ha materia
Per ricordargli di quando il cosmo
Era ancora un fiume nel cielo
Eco di quella lattea via 
Che può splendere solo nel buio
Ma i cui influssi irradiano anche sotto il sole
Per far crescere la vita
Sul dorso della madre

_Uri__22_05_2019