lunedì 25 agosto 2014

Silvana Di Girolamo (Dinka) - Ho una vita fuori da queste righe



Scrivo per non scottarmi le dita
Per raggiungere l'alba illesa

Butto giù inchiostro cerebrale
Testimone dei miei ingranaggi intellettuali

J'accuse duri come sassi 
Mai scagliati
Ma qui
immoti 
Dentro agli ossi

Sono dura anch'io
Spesso antipatica

E se pure ti stimo
Non è mai per sempre
Non mi trovi sorprendente? 

Le mie parole possono ferire
Come lame sulla lingua

Puoi interpretarle male
Metterle in fila e poi disfarle

Offenderti e starci male
Per convenienza o dedizione
O fors'anche convinzione

Puoi farci una bandiera
Tuo malgrado
Che ti frega del significato

Ma rimarranno mie queste parole

Madri di tutti come puttane
Figlie mie per partenogenesi 



Foto Francesca Woodman