domenica 6 novembre 2016

Vocali Mute - Dinka


Volteggio a riva di questo mondo crudo
L’ombra del vuoto è una bussola ammutinata
Ammucchio battiti in codice neutro
Rimango ai bordi dove respiro meglio
Cicatrici fatte ossa mi sostengono
Palafitte conficcate sul fondo 
Di questa palude di sale

Amore che ami tra vocali mute
Si è indurito l'orecchio al suono di brevi sillabe
Coglie solo vibrazioni fragili
Che tolgono sonno e allegria all'anima

Che ne è del sapore amabile e fiorito
Con cui ci trastullavamo
Nelle ore migliori del nostro essere stati?

Amaro di fumo respiriamo adesso
Persino la brace si è ormai freddata
Come una canna di fucile
Che ha sparato tutti i suoi colpi
Intorno al bersaglio
Ritagliandone la sagoma
Senza averlo mai colpito
Nel suo cuore duro e arrugginito

Un proiettile inceppato
Dentro una canna ben oliata