mercoledì 16 novembre 2016

Liwyāṯān - Luca Crastolla


sgrana un sagrato
al crollo dell’ennesima luce
del giorno scorsoio 
si reperta l’inutile indizio

alla terza parallela 
è già l’altrove 
e altro si prepara
per la piaga che resterà senza nome

già l'ombra si sottrae al passo
e cresce sui muri dello spavento

è mala edera di mala profezia

“Liwyāṯān 
        Liwyāṯān 
                Liwyāṯān

bollirà nel gorgo
la tanica di petrolio del mare

dall’uretra dell’abisso
riemergerà Liwyāṯānn”

gli attriti d’ ossido li avverti
pedalano le discese al primo sottopasso

:::Luca Crastolla:::