mercoledì 11 maggio 2016

Qui nella foresta oscura e profonda - Dinka


Dopo le torture della notte
Osservo la vita che si rinnova
Il mio abisso
Sta li a fissarmi
Nel silenzio della voce

Sparisco da me stessa

Riverso l'anima
Liquefatta e scura
Nel fiume del tempo
Padre di ciò che fu
Di ciò che vorrà essere

Più nulla attendo
Se non l'esaurirsi di vita
Dentro un corpo che più non voglio