sabato 5 settembre 2015

Incipit (Ballata che mai scriverò) Pastiche Rivista - Silvana dg




Lo trovarono con la vita
Chiusa in un angolo

Lui boccheggiava 
Poco più in là 
Nemmeno un angelo in affitto
A confortare

La tragedia come un distintivo
Attaccato sul petto
Dal lato del cuore 
Pendeva sbilenca

Sbavava tutto intorno
Un flusso opaco e molle
Sgorgava direttamente 
dalla pelle

Una lumaca umana
In procinto di terminarsi
Per eccesso di mancanza
di vita

Qualcuno si voltò
In direzione della scia
Notò la solitudine e il silenzio
Appostati dietro l'angolo

Disse qualcosa 
dentro la bocca chiusa
Strinse i pugni nelle tasche

Sputò 
Voltando i piedi
Nella direzione opposta 
Pensando
Oramai è spacciato

La bava zampillava ora
Davanti a occhi di vuoto

E cemento 

Art 
L'eterna attesa
Sasha Vinci



Su Pastiche Rivista