venerdì 9 gennaio 2015

Vite Infamate - da Goccia a goccia 2014 Antologia di poesia sociale in e-Book Silvana Di Girolamo


A pagina 40 la mia poesia
clicca quì
e sfoglia l'e-Book

------- <  §  > -------

Vite Infamate
Come un ragno 
che non rimane mai preda 
della sua tela, 
tessi trappole per gli infanti.
Ti acquatti e aspetti sicuro 
dell'esito futuro.
Non c’è coscienza 
nell'immondizia della tua anima 
che nutri di dolore innocente
Ti senti forte 
Ma ti confronti solo con una infanzia 
che dissacri per tuo godimento
Non ti chiedo neppure che uomo sei 
Perché non sei nemmeno un uomo.
Allora cosa sei? 
Dimmelo tu 
Un essere malato? 
No, non ci credo a questa malattia
Chiamiamola col suo nome: è vigliaccheria! 
Quella che gode del dolore degli inermi
È perversione 
Meriti solo lapidazione
Laico o prete che tu sia

non avrai mai l'assoluzione mia