martedì 2 dicembre 2014

Millenni - mnemosyne



Cominci dalla nebbia
irrompe, lenta, fra le luci,
algida prova delle cose
in cui ruzzoli nel tuo pastrano
inzuppato ed i capelli
appiccicati sulla faccia
nulla ti importa di nulla
nel groviglio flottante
d’ echi, urli schiocchi d’acqua
e parole che ti smembrano
cercare lei riverso
varcare la soglia dei suoi occhi
come un labirinto di specchi
fino all’ultimo primievo lago
dove una goccia
scandisce
il tempo
dei millenni.