Momo, bio

Momo nasce nel '56, in uno dei quartieri Palermitani in cui si 'allevano' picciotti. Quarto e ultimo figlio di una famiglia povera, ma di quel tipo di povertà vera, quella degli anni 50, (il padre ha lavorato la terra altrui fino ai quasi 80 anni e i fratelli più grandi iniziarono a lavorare anche a 9 anni) cresce con un forte sentimento proletario e gli anni 70 lo vedono impegnato attivamente nella lotta, anche attraverso espropri proletari. La sua poesia è quindi fortemente influenzata dal sentimento contro le ingiustizie sociali, tuttora sentite e semmai maturate in una visione più ampia dettata dall'era della globalizzazione. Il suo approdo alla scrittura è del tutto casuale e impensato. Le sue tematiche sono varie e in divenire. Scrive le sue poesie prima nella testa, solo alla fine sulla carta.